Il professionista della tua bellezza

Opening Hours : Dal Lunedì al Venerdì 10.00 - 20.00
  Contact : +39 063215682

All posts by Gianluigi Bergamaschi

Gluteoplastica

Anche se in Italia questa tecnica è ancora abbastanza nuova, il Dott. Bergamaschi e la sua Equipe si occupano di gluteoplastica dal 2005; vediamo crescere la domanda in tutta Europa e l’Italia non è da meno. In particolare consiste nell’inserimento di protesi di ultima generazione, all’interno della muscolatura glutea, sia per patologie congenite sia per ragioni estetiche.

La giusta collocazione delle protesi è nel piano intramuscolare, così è ben protetta e poco visibile. Se ben eseguita si ottengono risultati molto naturali e duraturi nel tempo.

Non ci sono limitazioni dopo il 3° mese post operatorio per qualsiasi attività sportiva.

La sensazione al tatto, risulterà più o meno morbida, a seconda della quantità di tessuto adiposo che ogni paziente presenta, caratteristica assolutamente personale.

Quando farlo? Sicuramente quando si vuole un contorno corporale più sinuoso, più accattivante, più desiderabile e allora si aumenta la proiezione in senso antero-posteriore ( “culetto a mandolino” proiettato in fuori); oppure quando si vuole ridurre la flaccidità cutanea dell’area glutea, causata a volte da forti dimagrimenti, o semplicemente per meglio definire detta area.

I principali candidati sono quindi quei pazienti che presentano glutei piatti, poco rotondi, a volte con depressioni e/o solo rilassati.

Per meglio evidenziare tale area si può associare una liposcultura delle zone confinanti, come il dorso, i fianchi e/o gli arti inferiori o la culote de cheval; inoltre altra opzione per l’aumento della regione glutea è data dalla Liposcultura e/o Lipostruttura.

Il paziente evita l’introduzione di una protesi usando la reintroduzione del proprio grasso, prelevato in altre zone del corpo (addome, fianchi, dorso) e previamente lavorato.

E’ necessario evidenziare queste annotazioni:

  • il paziente a volte presenta una quantità di grasso limitata;
  • una percentuale del grasso inserito, variabile dal 10 al 30 %, viene riassorbita;
  • il grasso non può migliorare eventuali caratteristiche di flaccidità presenti nella cute.

Riassumendo, il LIPOFILLNG è un’ottima soluzione nella chirurgia del rimodellamento gluteo, poiché viene usato un materiale omologo, che quindi non provoca allergie ne rigetti; il suo uso va però limitato ai casi che necessitano di piccoli cambiamenti , e quindi non permette di raggiungere i risultati ottenibili con le protesi di ultima generazione.

Read More

Addominoplastica

Tale intervento è uno dei più richiesti in chirurgia plastica, tanto dalla donna che dall’uomo.
Nota anche come plastica dell’addome, consiste nello scolpire l’area superiore e inferiore all’ombelico, asportando chirurgicamente la pelle ed il tessuto adiposo in eccesso; inoltre elemento fondamentale è la riposizione dei muscoli retti sulla linea mediana, garantendo la giusta pressione e tensione addominale per contenere i visceri.
L’addominoplastica quindi oltre al suo valore estetico è per prima una chirurgia riparatrice e preventiva, in quanto con il riposizionamento muscolare, previene eventuali formazioni di ernie.
Tale caratteristica è tipica nelle donne dopo aver affrontato lo sforzo del parto.
Se si corregge solo la parte inferiore dell’ombelico, si parla di miniaddominoplastica.
Quando è presente oltre alla deformità dell’addome, una lipodistrofia (accumulo di grasso resistente alle diete ed attività fisica) dei fianchi e del dorso, si puo’ associare la liposcultura e l’intervento viene chiamato lipoaddominoplastica.
E’ un intervento che richiede il ricovero in clinica per 1-2 notti.
Le attivita’ lavorative saranno riprese dopo due settimane, e l’attività sportiva intensa dopo tre mesi.

Read More

Otoplastica

L’otoplastica è caratterizzata dalla correzione chirurgica delle orecchie prominenti o “orecchie a ventola”.

È ben noto il vantaggio psicologico sull’adolescente, che in molti casi viene deriso o chiamato con diminutivi ironico-sarcastici (“Dumbo”) e spesso tale comportamento crea disagio psicologico e di relazione nel giovane paziente.

Anche l’adulto trova notevole giovamento da questa chirurgia, sia in termini di autostima, sia di natura estetica; inoltre se sono presenti delle alterazioni morfologiche a carico del padiglione auricolare, possono essere corrette con le tecniche raffinatesi degli ultimi anni.

L’otoplastica è un intervento che si esegue in regime di “day hospital”, cioè non è richiesto il ricovero in clinica.

Read More

Lipofilling

L’intervento di lipofilling consiste nel prelevare del grasso, per mezzo della lipoaspirazione classica, da alcune aree del nostro corpo presente in eccesso, addome, fianchi, interno cosce ecc.., per poi reinserirlo in altre aree svuotate, dove è necessario un rimodellamento volumetrico.

Per esempio si preleva del grasso dai fianchi, per poi iniettarlo all’interno del gluteo per migliorarne le forme; o si inietta nel viso per ringiovanire e definire meglio zigomi e tratti del viso, o nelle mani per un aspetto più giovanile, o anche per coprire, attenuare depressioni, cicatrici dovute ad interventi chirurgici o traumi)! Tale materiale adiposo aspirato, viene lavorato, cioè separato dalla componente liquida, prima di essere reinserito nel corpo. Il lipofilling è una metodica rivoluzionaria, in quanto è un componente del nostro corpo, quindi non dà nessun rigetto, nessuna allergia; inoltre gli ultimi studi scientifici hanno scoperto la presenza di “Stem Cells” o cellule staminali, nel tessuto adiposo aspirato, che sta aprendo un’ampia gamma di applicazioni.

Read More

Rinoplastica

La rinoplastica è l’intervento chirurgico che permette di rimodellare il naso.

Nello specifico si intende la modifica della forma strutturale esterna, che viene eseguita, sia per ragioni estetiche, sia per correggere aspetti funzionali legati a disturbi respiratori.

Si può intervenire sullo scheletro osseo e/o cartilagineo; le tecniche odierne sono di notevole aiuto al chirurgo, che comunque insieme al paziente deve sempre stabilire e raggiungere l’empatia necessaria per il successo dell’intervento. Essendo localizzato al centro del viso, è necessario stabilire un’intesa profonda medico-paziente, in modo che quest’ultimo ben comprenda le reali possibilità che la chirurgia può offrire; inoltre la parte funzionale deve essere sempre rispettata, ecco l’importanza di affidarsi a professionisti padroni dell’anatomia funzionale ed estetica.

Si può intervenire anche solo sulla punta del naso, cambiandone la forma, o semplicemente alzandola; oppure sullo scheletro osseo, riducendone eventuali gobbe. Si può intervenire inoltre sul setto (rinosettoplastica), per modificare eventuali distorsioni cartilaginee migliorando così la respirazione.

Oggi giorno vi sono a disposizione varie opzioni chirurgiche, dalla rinoplastica classica o chiusa, alla rinoplastica aperta o semiaperta.

Possiamo affermare che la rinoplastica è la vera sfida al chirurgo plastico, poiché è proprio in questo tipo di intervento che si testano le sue qualità di scultore, in quanto personalizza, analizza, immagina, di volta in volta l’intervento stesso a seconda delle necessità.

Read More

Blefaroplastica

“Lo sguardo è lo specchio dell’anima”.

Questo detto popolare indica l’importanza di mantenere integra la funzione e l’estetica della regione oculare; anche il semplice passare del tempo ne può compromettere la normale fisiologia.

Le indicazioni principali sono date dall’eccesso di pelle nelle palpebre superiori, che potrebbe limitare l’ampiezza della visione, e dalla presenza delle cosiddette “borse adipose”, sia superiormente che inferiormente, che aumentano la pesantezza delle palpebre stesse e il disagio nel paziente.

L’intervento chirurgico ridona vitalità, brillantezza e vivacità allo sguardo, prevenendo inoltre complicanze come l’ectropion per esempio, che è un allontanamento della cute dal globo oculare; tale alterazione è tipica nelle persone anziane, oppure dovuto a esiti di blefaroplastica.

La blefaroplastica è una chirurgia che non richiede ricovero; tra il V e il VII giorno vengono tolti i punti, ma i risultati finali si possono analizzare solo dopo tre mesi. Mentre la ripresa delle normali attività lavorative si avrà dopo la prima settimana.

Read More

Lifting cervico-facciale

Lifting cervico-facciale: riposizionamento volumetrico di cute e tessuti sottostanti, ormai rilassati dal tempo o da agenti esterni! Definizione collo, angolo cervico facciale e Definizione mandibola!

Le cause sono varie e comprendono caratteristiche personali di cute e tessuti sottostanti, abitudini di vita poco salutari, come il fumo, eccessiva esposizione solare, uso costante di lampade artificiali, abitudini alimentari sregolate, riassorbimento osseo per la demineralizzazione fisiologica e semplicemente per il tempo che avanza!!

Si dovrebbe parlare oggi di “Lifting Volumetrico” proprio perché si ridona volume alle strutture che lo hanno perso, più che di tiraggi (“ti sei fatta tirare troppo”) solo di pelle; infatti quando ascoltiamo tali commenti siamo di fronte ad un lavoro non ben eseguito. Attualmente se ci si affida a mani esperte si possono ottenere risultati molto naturali, che rispecchiano l’anatomia del paziente, senza alterazioni dell’espressione, rispecchiando l’età biologica, ma dandole un aspetto più disteso, più fresco, più giovanile.

Si migliora l’aspetto del collo, dell’angolo mandibolare, il volume sugli zigomi torna naturale e pieno; ovviamente avendo pelle in eccesso, questa verrà eliminata, ma sempre senza tensioni esagerate rispettando l’armonia del viso nel suo complesso.

L’obiettivo della chirurgia dell’invecchiamento facciale, mira ad aiutare l’individuo a percorrere con più tranquillità, il cammino dalla gioventù verso la vecchiaia.

La dermatologia estetica con i suoi innumerevoli trattamenti, può essere di ausilio alla chirurgia, potenziandone gli effetti, dando risultati sorprendenti (per esempio un laser CO2 o un peeling).

Si esegue tale intervento in anestesia locale con sedazione, o in anestesia generale; si possono associare anche altri interventi come per esempio la Blefaroplastica o la Rinoplastica.

Il ricovero è almeno di una notte.

La ripresa della attività lavorative leggere anche dopo una settimana.

Read More