Liposcultura

Consiste nel ripristinare il corretto rapporto volumetrico con le altre unità anatomiche della faccia. Si può effettuare sia con l’introduzione di una protesi in silicone, completamente compatibile con il nostro organismo, sia con la tecnica del lipofilling, utilizzando il nostro grasso corporeo.

Face lifting

È lo specchio con il mondo esterno, riflette il nostro equilibrio tra corpo e anima; ecco l’importanza dell’armonia prima con noi stessi, poi con gli altri.

Otoplastica

L’otoplastica è caratterizzata dalla correzione chirurgica delle orecchie prominenti o “orecchie a ventola”. È ben noto il vantaggio psicologico sull’adolescente, che in molti casi viene deriso o chiamato con diminutivi ironico-sarcastici (“Dumbo”) e spesso tale comportamento crea disagio psicologico e di relazione nel giovane paziente.
Anche l’adulto trova notevole giovamento da questa chirurgia, sia in termini di autostima, sia di natura estetica; inoltre se sono presenti delle alterazioni morfologiche a carico del padiglione auricolare, possono essere corrette con le tecniche raffinatesi degli ultimi anni.

Rinoplastica

La rinoplastica è l’intervento chirurgico che permette di rimodellare il naso.
Nello specifico si intende la modifica della forma strutturale esterna, che viene eseguita, sia per ragioni estetiche, sia per correggere aspetti funzionali legati a disturbi respiratori.
Si può intervenire sullo scheletro osseo e/o cartilagineo; le tecniche odierne sono di notevole aiuto al chirurgo che comunque, insieme al paziente, deve sempre stabilire e raggiungere l’empatia necessaria per il successo dell’intervento. Essendo localizzato al centro del viso, è necessario stabilire un’intesa profonda medico-paziente in modo che quest’ultimo ben comprenda le reali possibilità che la chirurgia può offrire; inoltre, la parte funzionale deve essere sempre rispettata, ecco l’importanza di affidarsi a professionisti padroni dell’anatomia funzionale ed estetica.

Blefaroplastica

“Lo sguardo è lo specchio dell’anima”.
Questo detto popolare indica l’importanza di mantenere integra la funzione e l’estetica della regione oculare; anche il semplice passare del tempo ne può compromettere la normale fisiologia.
Le indicazioni principali sono date dall’eccesso di pelle nelle palpebre superiori, che potrebbe limitare l’ampiezza della visione, e dalla presenza delle cosiddette “borse adipose”, sia superiormente che inferiormente, che aumentano la pesantezza delle palpebre stesse e il disagio nel paziente.
L’intervento chirurgico ridona vitalità, brillantezza e vivacità allo sguardo, prevenendo inoltre complicanze come l’ectropion per esempio, che è un allontanamento della cute dal globo oculare; tale alterazione è tipica nelle persone anziane, oppure dovuto a esiti di blefaroplastica.

Lifting cervico – facciale

Lifting cervico-facciale: riposizionamento volumetrico di cute e tessuti sottostanti, ormai rilassati dal tempo o da agenti esterni. Definizione collo, angolo cervico-facciale e definizione mandibola.
Le cause sono varie e comprendono caratteristiche personali di cute e tessuti sottostanti, abitudini di vita poco salutari, come il fumo, eccessiva esposizione solare, uso costante di lampade artificiali, abitudini alimentari sregolate, riassorbimento osseo per la demineralizzazione fisiologica e semplicemente per il tempo che avanza.
Si dovrebbe parlare oggi di “Lifting Volumetrico” proprio perché si ridona volume alle strutture che lo hanno perso, più che di tiraggi solo di pelle. Attualmente, se ci si affida a mani esperte si possono ottenere risultati molto naturali, che rispecchiano l’anatomia del paziente, senza alterazioni dell’espressione, rispecchiando l’età biologica, ma dandole un aspetto più disteso, più fresco, più giovanile.